Non Vi resta che piangere: analisi del Voto Europeo

Spread the love

Ho letto molti commenti, ma la risposta è semplice.
Il M5S ha sbagliato in una sola cosa: non era il momento della chiamata alle armi e nel dire “o noi o loro” oppure “vinciamonoi”.
Strategicamente è stato un errore clamoroso perchè la luna di miele di Renzi era troppo fresca e bisognava aspettare con pazienza tempi migliori, quando le promesse e gli annunci dovevano divenire realtà (e difficilmente lo saranno).
Sfidarli ora è stato un errore clamoroso, anche perchè leggendo i flussi elettorali è successo questo:

ANALISI FLUSSI ELETTORALI

8.680.000 alle politiche
– 2.660.000 non sono andati a votare, soprattutto giovani in cui siamo al 48%
– 1.090.000 del PD che avevano votato M5S per protesta e grazie agli 80€ sono
tornati alla loro casa naturale del PD

al contrario il PD ha preso i voti di ritorno del M5S (quelli che volevano accordi e che sono rimasti delusi) e soprattutto hanno preso 1.700.000 dalla “sciolta” di Scelta Civica.
Il M5S ha sbagliato nel non capire che questo elettorato che è chiaramente di centro-destra, benpensante e compratore di titoli di stato, deluso da Monti e con Berlusconi proprio “non votabile”, sono passati alla creazione della Nuova Democrazia Cristiana proposta dalla faccia simpatica e conciliante di Matteo Renzi.

Poi si è aggiunto l’incredibile: malgrado arresti e guai giudiziari Berlusconi+Alfano hanno mantenuto la loro percentuale! E’ inutile…. malgrado Scopelliti o il Libano, gli italiani votano lo stesso… incuranti. Ormai danno queste cose quasi per naturali.

Mettete tutto nella pentola ed ecco che esce il buonissimo minestrone di queste elezioni Europee 2014.

Ora cosa fare?
5 cose nel’immediato:
1) abbassare i toni e parlare solo delle cose da fare o contestare (ma senza azioni eclatanti che non servono e fanno perdere voti nel popolo molto ipocrita che è quello italiano)
2) creare un gruppo all’europarlamento con gli euroscettici ma non xenofobi (è obbligatorio farlo) contro questa Europa e contro l’euro-omicidio, per cambiare le regole che ci stanno massacrando e dare battaglia su questo
3) entrare a piedi uniti nelle riforme e togliere la palla a Berlusconi: facciamo noi le riforme con Renzi e miglioriamo questi aborti di Italicum e Senato
4) programma chiaro: pochi punti ma chiari. Ad esempio, Euro si o no, Europa si o no. Dobbiamo avere posizioni chiare e definite, perchè in alcune cose non siamo stati netti e chiari.
5) Poi, da un vecchio proverbio cinese: ci sediamo sulla riva del fiume e aspettiamo pazientemente. Prima o Poi il cadavere del nemico passerà… (quando i nodi verranno al pettine, quando i soldi li dovranno trovare davvero e non a parole, quando il lavoro bisognerà crearlo davvero e non con gli annunci ecc. ecc.)

Questa è la mia idea.
Auguri di Buon Lavoro a Tutti.

 

E sono perfettamente d’accordo con l’ultimo post di Beppe:

Non vi resta che piangere